CIRCOLARE DI STUDIO N. 18 DEL 22 FEBBRAIO 2018

NOVITA’ MODELLO INTRASTAT – RETTIFICHE E ULTERIORI PRECISAZIONI RISPETTO ALLE SLIDES DEL CONVEGNO DI STUDIO

La disciplina relativa ai modelli Intrastat è stata modificata con Provvedimento del 25/9/2017 a decorrere dai modelli aventi ad oggetto i periodi mensili o trimestrali del 2018 (pertanto nulla cambia per i modelli relativi al 2017 presentati a Gennaio 2018).

In data 8/2/2017 sono state pubblicate le nuove istruzioni per la compilazione degli elenchi Intrastat.

Riportiamo di seguito una sintesi delle scadenze cui sono tenuti gli operatori alla luce delle novità introdotte, rimandando, per la compilazione dei modelli, alla consultazione delle istruzioni allegate agli stessi.

I modelli Intrastat

I modelli Intrastat non hanno subito variazioni; essi sono di due tipi:

  • Modello Intra-1, relativo alle cessioni intracomunitarie di beni e ai servizi resi
  • Modello Intra-2, relativo agli acquisti intracomunitari di beni e ai servizi ricevuti

Termini di presentazione degli elenchi

I modelli Intrastat vanno presentati all’Agenzia delle Dogane esclusivamente in via telematica entro il giorno 25 del mese successivo al periodo (mese o trimestre) di riferimento.

Periodicità degli elenchi indipendente tra le quattro categorie di operazioni

Il Legislatore ha previsto due periodicità di presentazione degli elenchi: una mensile e una trimestrale.

La periodicità degli elenchi cessioni (INTRA-1) è distinta dalla periodicità degli elenchi acquisti (INTRA-2).

NOVITA’: la periodicità all’interno modello Intrastat cessioni è distinta tra i beni ed i servizi (lo stesso criterio vale anche per il modello Intrastat acquisti); ad esempio, un contribuente potrebbe avere la periodicità mensile per l’Intra cessioni di beni e la periodicità trimestrale per l’Intra servizi resi; analogamente il contribuente potrebbe avere la periodicità trimestrale per l’acquisto di beni e la periodicità mensile per l’acquisto di servizi.

Periodicità Intrastat acquisti (beni e servizi)

 NOVITA’: sono aboliti gli Intrastat con periodicità trimestrale relativi agli acquisti di beni e servizi; le informazioni rilevanti ai fini statistici che l’Agenzia delle Entrate deve assicurare a determinati enti, con riferimento agli acquisti dei soggetti trimestrali, saranno ricavate dallo “spesometro” e dall’invio delle fatture elettroniche.

Le nuove istruzioni prevedono comunque la facoltà, per tali contribuenti, di proseguire con la presentazione trimestrale del modello Intrastat.

Nelle istruzioni è precisato che resta in ogni caso l’obbligo, anche per i soggetti trimestrali, di presentare i modelli Intra-2 ter (rettifiche all’acquisto di beni) e Intra-2 quinquies (rettifiche all’acquisto di servizi) per comunicare eventuali rettifiche di elenchi relativi a periodi precedenti il 2018.

NOVITA’: gli Intrastat con periodicità mensile relativi agli acquisti di beni e servizi vanno presentati ma gli stessi assumono una valenza esclusivamente statistica.

Dalle istruzioni, tuttavia, contrariamente a quanto la stampa aveva inizialmente ipotizzato, emerge che non sono mutate le modalità di compilazione rispetto al passato in quanto per i beni vanno compilate sia le colonne fiscali sia le colonne statistiche, mentre per i servizi vanno compilate le quattro colonne obbligatorie.

La valenza statistica comporta tra l’altro che sono escluse dall’obbligo di indicazione negli elenchi Intrastat tutte le operazioni di acquisto di beni che non entrano nel territorio italiano (è il caso, ad esempio, della triangolare comunitaria promossa dall’operatore italiano che acquista beni in Francia e li rivende in Germania, incaricando il fornitore di trasferire direttamente i beni al cliente finale).

NOVITA’ – Periodicità trimestrale (nessun obbligo di presentazione): ricorre nell’ipotesi in cui in tutti i 4 trimestri precedenti l’ammontare TRIMESTRALE degli acquisti sia inferiore a 200.000 euro (per l’Intrastat beni) e a 100.000 euro (per l’Intrastat servizi).

NOVITA’ – Periodicità mensile (modello da presentare ma con valenza statistica): ricorre nell’ipotesi in cui in almeno uno dei 4 trimestri precedenti l’ammontare TRIMESTRALE degli acquisti sia uguale o superiore a 200.000 euro (per l’Intrastat beni) e a 100.000 euro (per l’Intrastat servizi).

ESEMPIO 1

 

TRIMESTRI PRECEDENTI

 

ACQUISTO DI BENI

 

SERVIZI RICEVUTI

4° TRIM.PRECEDENTE 40.000,00 40.000,00
3° TRIM.PRECEDENTE 20.000,00 20.000,00
2° TRIM.PRECEDENTE 30.000,00 10.000,00
1° TRIM.PRECEDENTE 45.000,00 35.000,00

Il contribuente è “trimestrale” (nessun obbligo di presentazione) per i beni poiché in nessun trimestre è stata raggiunta la soglia di 200.000 euro ed è “trimestrale” (nessun obbligo di presentazione) per i servizi poiché in nessun trimestre è stata raggiunta la soglia di 100.000 euro.

ESEMPIO 2

 

TRIMESTRI PRECEDENTI

 

ACQUISTO DI BENI

 

SERVIZI RICEVUTI

4° TRIM.PRECEDENTE 210.000,00 10.000,00
3° TRIM.PRECEDENTE 100.000,00 20.000,00
2° TRIM.PRECEDENTE 130.000,00 30.000,00
1° TRIM.PRECEDENTE 145.000,00 10.000,00

 Il contribuente è “mensile” per i beni poiché nel 4° trimestre precedente è stata superata la soglia di 200.000 euro ed è “trimestrale” (nessun obbligo di presentazione) per i servizi poiché in nessun trimestre è stata raggiunta la soglia di 100.000 euro.

Periodicità Intrastat cessioni (beni e servizi)

Non è stata modificata la periodicità dei modelli Intrastat cessioni di beni e servizi resi.

Si sottolinea tuttavia, come già detto, che la periodicità del modello Intrastat beni è autonoma rispetto alla periodicità del modello servizi. Pertanto:

Periodicità trimestrale: ricorre nell’ipotesi in cui in tutti i 4 trimestri precedenti l’ammontare TRIMESTRALE delle cessioni sia inferiore o uguale a 50.000 euro (per l’Intrastat beni) e a 50.000 euro (per l’Intrastat servizi).

Periodicità mensile: ricorre nell’ipotesi in cui in almeno uno dei 4 trimestri precedenti l’ammontare TRIMESTRALE degli acquisti sia superiore a 50.000 euro (per l’Intrastat beni) e a 50.000 euro (per l’Intrastat servizi).

ESEMPIO 1

 

TRIMESTRI PRECEDENTI

 

CESSIONE DI BENI

 

SERVIZI RESI

4° TRIM.PRECEDENTE 60.000,00 10.000,00
3° TRIM.PRECEDENTE 10.000,00 20.000,00
2° TRIM.PRECEDENTE 30.000,00 30.000,00
1° TRIM.PRECEDENTE 45.000,00 10.000,00

 Il contribuente è “mensile” per i beni poiché nel 4° trimestre precedente è stata superata la soglia di 50.000 euro ed è “trimestrale” per i servizi poiché in nessun trimestre è stata superata la soglia di 50.000 euro.

NOVITA’: la compilazione dei dati statistici nei modelli Intrastat cessione di beni è facoltativa per i soggetti mensili se in tutti i 4 trimestri precedenti l’ammontare TRIMESTRALE delle cessioni intracomunitarie di beni è inferiore a 100.000 euro.

Campo “Codice servizio” negli Intrastat

 NOVITA’: viene semplificata la compilazione del campo “Codice servizio” degli Intrastat relativi ai servizi resi e ricevuti attraverso la riduzione del livello di dettaglio dei codici che passano da 6 cifre a 5 cifre; a questo riguardo sarà introdotto uno specifico motore di ricerca per agevolare gli operatori nella selezione del codice da utilizzare. Le istruzioni specificano che è comunque possibile continuare ad indicare i codici servizio a 6 cifre.

Superamento della soglia nel corso di un trimestre

I soggetti che presentano l’elenco Intrastat con periodicità trimestrale e che nel corso del trimestre superano la soglia prevista, presentano l’elenco riepilogativo con periodicità mensile a partire dal mese successivo in cui tale soglia è stata superata. Per i mesi del trimestre già trascorsi occorre presentare un apposito elenco trimestrale (indicando nel frontespizio i mesi riepilogati) entro il 25 del mese successivo al mese di superamento (sempre che per l’elenco trimestrale sia previsto l’obbligo di presentazione).

ESEMPIO

MESI CESSIONE DI BENI SERVIZI RESI
GENNAIO 30.000,00 10.000,00
FEBBRAIO 30.000,00 20.000,00

 In questo esempio, il superamento della soglia dei 50.000 euro avviene nel mese di febbraio (cessione di beni).

Pertanto, dal mese di Marzo il contribuente diverrà mensile (per i soli beni ceduti e non per i servizi resi) e dovrà presentare il modello Intrastat beni relativo al mese di Marzo entro il giorno 25 aprile. Entro il 25 marzo il contribuente sarà tenuto a presentare il modello trimestrale (per i soli beni) per il periodo gennaio-febbraio.

Opzione per la periodicità mensile

In ogni caso i contribuenti tenuti alla presentazione trimestrale degli elenchi possono scegliere di presentare i modelli con periodicità mensile; in tal caso, tuttavia, la scelta è vincolante per l’intero anno solare.

Continuando, accetti le Norme sulla privacy e le Norme sull'utilizzo dei cookie di Korus Partners.

Sei gia iscritto a Korus Partners? Accedi

Existing Users Log In
   
New User Registration
*Campo obbligatorio