CIRCOLARE DI STUDIO N. 40 DEL 2 OTTOBRE 2018

CREDITO DI IMPOSTA SU INVESTIMENTI PUBBLICITARI INCREMENTALI. ULTERIORI CHIARIMENTI SULLE MODALITÀ DI APPLICAZIONE DELLA MISURA E

CONVEGNO IN TEMA DI FATTURAZIONE ELETTRONICA OBBLIGATORIA DAL 1 GENNAIO 2019

Credito di imposta su investimenti pubblicitari incrementali. Ulteriori chiarimenti sulle modalità di applicazione della misura

Chiarimenti sull’applicazione dell’agevolazione ed aspetti fiscalmente rilevanti

 

Continuano gli aggiornamenti sulle modalità di accesso e fruizione di questa misura agevolativa, già oggetto di precedenti circolari, da ultimo quella del 3 settembre u.s.

In particolare, il Consiglio di Stato, con parere n. 1255/2018, ha chiarito, non senza destare alcune perplessità, che per i soggetti che abbiano iniziato l’attività nell’anno per il quale è richiesto il beneficio, o che nell’anno precedente non abbiano effettuato investimenti pubblicitari rientranti tra quelli indicati, non è possibile applicare il beneficio in quanto mancherebbe proprio il termine di raffronto con gli investimenti effettuati l’annualità precedente.

Inoltre, dobbiamo ravvisare che, mancando allo stato attuale un’espressa previsione normativa circa il trattamento fiscale di questa misura agevolativa, il credito di imposta maturato potrebbe configurarsi come un contributo in conto esercizio, con la conseguenza di generare ricavi.

Ricordiamo, infine, che per accedere all’agevolazione, per gli investimenti effettuati dal 24 giugno 2017 al 31 dicembre 2017 va presentata la sola “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati” dal 22 settembre al 22 ottobre 2018, mentre, per gli investimenti effettuati o da effettuare nell’anno 2018, vanno presentate:

  • la comunicazione per l’accesso al credito d’imposta, dal 22 settembre al 22 ottobre 2018.
  • la dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati, dal 1° al 31 gennaio dell’anno 2019

 

Convegno in tema di fatturazione elettronica obbligatoria dal 1 gennaio 2019

 

Dal 1 gennaio 2019, come anticipato in precedenti incontri e circolari di Studio, sarà obbligatorio emettere le fatture in formato elettronico (Xml) oltre che per le operazioni con la Pubblica Amministrazione anche per le operazioni Business to Business (B2B) e Business To Consumer (B2C) e provvedere al loro inoltro alla controparte mediante il sistema di interscambio (SdI).

L’argomento è ancora oggetto di chiarimenti da parte dell’Amministrazione finanziaria e dei vari enti preposti. Alcuni servizi sono già fruibili mentre altri dovranno ancora essere immessi nel sistema.

Lo Studio sta organizzando un convegno sulla tematica che si terrà entro il corrente mese la cui data vi verrà comunicata quanto prima.

Continuando, accetti le Norme sulla privacy e le Norme sull'utilizzo dei cookie di Korus Partners.

Sei gia iscritto a Korus Partners? Accedi

Existing Users Log In
   
New User Registration
*Campo obbligatorio