CIRCOLARE DI STUDIO N. 21 DEL 3 APRILE 2018

BANDI: VALORIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLE PMI; INTERNAZIONALIZZAZIONE E STARTUP INNOVATIVE

CONTRIBUTI PER LE PMI DEL COMMERCIO E DELL’ARTIGIANATO ARTISTICO E DI QUALITÀ

L’intervento prevede contributi in conto capitale per sostenere progetti di sistema per la valorizzazione e riqualificazione delle MPMI del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità attraverso la realizzazione di iniziative di promozione e marketing.

Beneficiari: Il bando è rivolto a micro, piccole e medie imprese costituite in forma associata (ATI, ATS, Reti di imprese), che appartengano al comparto del commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande in sede fissa (iscritte alla CCIAA) e all’artigianato artistico e di qualità (iscritte al registro delle imprese artigiane alla sezione speciale artigianato artistico tipico e tradizionale). Sono escluse le imprese che esercitano, tra le attività commerciali: vendita non rivolte al pubblico (spacci interni, distributori posti in luoghi privati); farmacie (salvo le parti di attività commerciali); rivendita di carburanti e prodotti “oil” (ad eccezione delle attività di commercio annesse); commercio all’ingrosso; commercio su aree pubbliche che non operano con strutture stabilmente

fissate al suolo, tipo box o chioschi; che esercitano forme speciali di vendita escluse le forme di commercio elettronico “e‐ commerce”; e tra le attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande circoli privati e mense.

Tipologia di interventi: L’intervento punta a rivitalizzare la competitività economica dei centri storici ed urbani attraverso azioni specifiche sui settori del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità. Tra le spese ammissibili rientrano: iniziative promozionali; marketing, studi e ricerche; realizzazione di servizi comuni; sistemi informativi l’utilizzo di supporti informatici; opere edili, di installazione impianti ed attrezzature che consentono di ottenere il miglioramento e il decoro dell’attività.

I progetti presentati dalle imprese in forma aggregata potranno essere integrati dall’intervento di un soggetto pubblico (Comune o Unione di Comuni), finalizzato ad ottenere risultati di più ampia portata e stimolare un processo virtuoso che generi reddito nel sistema economico. A questo proposito la Regione si riserva di attivare un’apposita linea di finanziamento.

Tipo di contributo: contributo in conto capitale in regime de minimis, fino al 50% delle spese ammissibili, che non devono essere inferiori a 40 mila euro per ogni progetto, e a 5 mila euro per ogni impresa associata.

Scadenza per la presentazione delle domande: 31/05/2018

CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL PRODOTTO E DEL PROCESSO PRODUTTIVO NEL SETTORE LEGNO – ARREDO

L’obiettivo di questo bando emanato dalla Regione Marche è di favorire approcci di internazionalizzazione più strutturati come la costituzione di partnership sia con omologhe imprese, sia con fornitori di input tecnologici avanzati, basate sullo scambio di know-how legato al saper fare tecnico ed ai nuovi input tecnologici delle innovative frontiere della conoscenza. Beneficiari: Micro, piccole e medie imprese che siano costituite in forma di società di capitali, oppure cooperative, che abbiano realizzato un fatturato non inferiore ad € 1.000.000 in almeno uno degli ultimi tre esercizi finanziari precedenti approvati. L’attività identificata come prevalente deve rientrare in uno dei seguenti codici Ateco afferenti alla sezione C Attività manifatturiere: 16.23.1; 16.23.10; 16.23.2; 16.23.20; 16.29.1; 16.29.11; 16.29.12;  16.29.19;  16.29.2;  16.29.20;  16.29.3;  16.29.30;  16.29.4; 16.29.40; 23.11.0; 23.11.00; 23.12.0; 23.12.00; 23.13.0;   23.19(tutta la classe); 31.01.1; 31.01.10;  31.01.2;  31.01.21;  31.01.22;  31.02.0;  31.02.00;   31.03.0; 31.03.00; 31.09.1;  31.09.10; 31.09.2;  31.09.20;  31.09.3;  31.09.30  ;31.09.4;  31.09.40; 31.09.5; 31.09.50; 31.09.9; 31.09.90;

Tipologia di interventi: Gli interventi ammissibili devono essere orientati all’apertura strategica di nuovi mercati internazionali, mediante Missioni imprenditoriali B2B (nei Paesi: Indonesia e Singapore o Azerbaijan e Georgia) e Incoming sul territorio marchigiano di operatori / buyer internazionali (architetti, designer, interior decorator, developer), provenienti da USA + Regno Unito e Cina + Regno Unito; allo la conformità alla norma tecnica italiana UNI 11674 “Mobili – Requisiti per la determinazione dell’origine italiana dei mobili”; alla realizzazione da parte di    ciascuna    azienda    di    un    proprio    progetto    strategico,    basato sull’acquisizione di competenze specialistiche e servizi avanzati.

Tra le spese ammissibili rientrano analisi di settore, ricerche di mercato, ricerca contrattuale, studi di fattibilità, acquisizione di licenze, certificazioni, know-how, servizi di testing, certificazioni merceologiche; affitto di sale, allo studio e alla progettazione di spazi espositivi temporanei; partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali ed eventi collaterali; realizzazione di nuovi prodotti e/o servizi su mercati esteri; creazione di una rete commerciale all’estero riferite all’attività di e- commerce; comunicazione e marketing; utilizzo di personale dipendente, ecc,.

Tipo di contributo: Contributo a fondo perduto in conto capitale, pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 40.000,00.

Scadenza per la presentazione delle domande: 04/06/2018

SMART & START – SOSTEGNO ALLE STARTUP INNOVATIVE

Il Mise ha recentemente aggiornato questa misura agevolativa per cui sono ancora disponibili risorse. Sono state introdotti termini procedurali più adeguati per ridurre i tempi per l’accesso alle agevolazioni, indicazioni sulle nuove categorie di spesa relative al marketing e al web marketing, e modalità per la nuova metodologia di rendicontazione delle spese d’investimento e dei costi di esercizio.

Beneficiari: startup innovative localizzate su tutto il territorio nazionale, iscritte nell’apposita sezione speciale del registro imprese. Possono presentare domanda di agevolazione anche le persone fisiche che intendono costituire una startup innovativa e le imprese straniere che si impegnano a istituire almeno una sede operativa sul territorio italiano.

Tipologia di interventi: progetti che prevedono programmi di spesa, di importo compreso tra 100 mila e 1,5 milioni di euro, per acquistare beni di investimento e sostenere costi di gestione aziendale. I piani di impresa aventi ad oggetto la produzione di beni e l’erogazione di servizi devono avere almeno una delle seguenti caratteristiche: significativo contenuto tecnologico e innovativo; sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale; valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata (spin off da ricerca).

Tipo di contributo: finanziamento agevolato senza interessi di valore pari al 70% delle spese e/o dei costi ammissibili elevabile all’80% nel caso in cui la società sia interamente costituita da donne o da giovani di età non superiore a 35 anni, oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca (o equivalente) conseguito da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all’estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.

Scadenza per la presentazione delle domande: la misura è a sportello, non ci sono graduatorie e le richieste sono esaminate in base all’ordine cronologico di arrivo.

Continuando, accetti le Norme sulla privacy e le Norme sull'utilizzo dei cookie di Korus Partners.

Sei gia iscritto a Korus Partners? Accedi

Existing Users Log In
   
New User Registration
*Campo obbligatorio