CIRCOLARE DI STUDIO N. 55 DEL 18 DICEMBRE 2019

MEMORIZZAZIONE ELETTRONICA E TRASMISSIONE TELEMATICA DEI CORRISPETTIVI GIORNALIERI DAL 1 GENNAIO 2020

Come comunicato con precedente circolare di studio n. 37 del 8 Luglio 2019, dal 1° gennaio 2020 è introdotto l’obbligo generalizzato di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri.

Solo per i soli soggetti con volume d’affari 2018 superiore ad euro 400.000,00 ed incidenza dei corrispettivi superiore al 1%, tale obbligo è stato anticipato al 1° Luglio 2019.

SOGGETTI OBBLIGATI:

L’obbligo riguarda tutti i soggetti, compresi quelli in regime forfettario o dei minimi, di cui all’art. 22 del DPR 633/72, non obbligati all’emissione di fatture a meno di specifica richiesta da parte del cliente, che certificano

le loro operazioni con l’emissione di scontrini e/o ricevute fiscali quali ad esempio:

  1. commercianti al minuto;
  2. prestazioni alberghiere/ somministrazione alimenti e bevande;
  3. prestazioni di servizi rese nell’esercizio di imprese in locali aperti al pubblico o presso l’abitazione del cliente.

Restano esonerate dal nuovo obbligo tre categorie di operazioni i cui corrispettivi, quindi, dovranno essere registrati sul registro corrispettivi:

  1. operazioni non soggette all’obbligo di certificazione dei corrispettivi di cui all’art. 2 del DPR 696/1996 (vedi articolo allegato). Si precisa che anche i produttori agricoli sono obbligati alla memorizzazione telematica e trasmissione telematica dei corrispettivi per le operazioni che esulano dal regime speciale di cui all’art. 34 ossia per quelle operazioni non soggette ad aliquote di compensazione;
  2. prestazioni di trasporto pubblico collettivo di persone, di veicoli e di bagagli al seguito, con qualunque mezzo esercitato, per le quali i biglietti di trasporto, assolvono alla funzione di certificazione fiscale;
  3. operazioni effettuate a bordo di navi, aerei o treni nel caso di trasporto internazionale.

A partire dal 1 gennaio 2020 i contribuenti interessati non potranno più avvalersi né dello scontrino fiscale, né della ricevuta fiscale.

Tali documenti saranno sostituiti dal

Continuando, accetti le Norme sulla privacy e le Norme sull'utilizzo dei cookie di Korus Partners.

Sei gia iscritto a Korus Partners? Accedi

Existing Users Log In
   
New User Registration
*Campo obbligatorio