CIRCOLARE DI STUDIO N. 14 DEL 5 FEBBRAIO 2019

Nuova sabatini – dal 7 febbraio riapre lo sportello; contributi per la creazione di due poli di innovazione nel campo della domotica e della salute e benessere

RIAPRE LO SPORTELLO PER GLI INCENTIVI DELLA NUOVA SABATINI

In seguito allo stanziamento di 480 mln di euro, previsto dalla Legge di Bilancio 2019 sarà riaperto lo sportello della Nuova Sabatini, la misura agevolativa che persegue l’obiettivo di promuovere la manifattura digitale e incentivare l’innovazione e l’efficienza del sistema produttivo imprenditoriale attraverso l’acquisto di macchinari, attrezzature e impianti. Grazie a questo ulteriore stanziamento il MISE ha decretato inoltre l’accoglimento delle prenotazioni pervenute nel mese di dicembre 2018 e non soddisfatte per insufficienza delle risorse disponibili.

Beneficiari: micro, piccole e medie imprese.

Tipologia di interventi: investimenti in impianti, macchinari e attrezzature Tipo di contributo: Contributo in conto interessi. Le Pmi possono chiedere, alle banche aderenti all’iniziativa, finanziamenti compresi tra 20 mila e 2 milioni di euro. Il contributo concesso dal MISE, per gli investimenti ordinari, è         pari      all’ammontare            degli        interessi, calcolati       su        un       piano                                 di ammortamento convenzionale con rate semestrali, al tasso del 2,75% annuo per cinque anni, mentre per investimenti in tecnologie Industria 4.0 è maggiorato del 30% (3,575%).

Scadenza per la presentazione delle domande: lo sportello resterà aperto fino all’esaurimento delle risorse disponibili

 

CONTRIBUTI PER LE CONSULENZE SPECIALISTICHE

Questa nuova misura agevolativa, prevista dalla Legge di bilancio, prevede la possibilità per le imprese di richiedere un contributo a fondo perduto (voucher) per spese di consulenza specialistica negli ambiti Industria 4.0.

Beneficiari: PMI e Grandi imprese. Reti di imprese il cui contratto preveda espressamente nel programma comune lo sviluppo di processi innovativi in materia di trasformazione tecnologica e digitale attraverso le tecnologie abilitanti previste dal “Piano nazionale I4.0” e di organizzazione, pianificazione e gestione delle attività, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

Tipologia di interventi: spese di consulenza specialistica volte a sostenere processi di trasformazione tecnologica e digitale e per spese di ammodernamento degli assetti gestionali ed organizzativi, nell’ambito del Piano Industria 4.0. Il MISE istituirà un apposito elenco di professionisti e società con cui l’azienda interessata potrà affidare i servizi oggetto dell’intervento.

Tipo di contributo: contributo a fondo perduto, concesso in regime de minimis, per due periodi di imposta successivi a quello in corso al 31/12/2018, pari al 50% dei costi sostenuti (entro il limite massimo di 40.000 euro per le piccole imprese); 30% dei costi sostenuti (entro il limite massimo di 25.000 euro per le medie imprese); 50% dei costi sostenuti (entro il limite massimo di 80.000 euro per le imprese raggruppate in contratto di rete);

Tempistica: la misura sarà operativa solo a seguito dell’emanazione del decreto ministeriale di attuazione

 

SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DI PIATTAFORME TECNOLOGICHE DI RICERCA COLLABORATIVA NEGLI AMBITI DELLA SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE

La Regione Marche ha emanato due bandi con l’obiettivo di accrescere la competitività del sistema Marche rafforzando il collegamento tra la ricerca e il mercato negli ambiti della specializzazione intelligente. I bandi riguardano, uno l’area della domotica, e l’altro quella della salute.

Beneficiari: Raggruppamenti, già costituiti o da costituire, di imprese in rete con Università, Enti pubblici di ricerca, Centri per il trasferimento tecnologico, Fondazione Cluster Marche ed altri organismi attivi nelle aree di ricerca individuate dal bando.

Tipologia di interventi: realizzazione di programmi di investimento finalizzati alla creazione di Poli di innovazione negli ambiti:

Domotica. Con riferimento in particolare, alle aree della sensoristica, dell’integrazione e dell’interoperabilità dei diversi componenti e sotto- sistemi domotici, con l’obiettivo di migliorare il comfort, la sicurezza e il benessere della persona in tutti gli ambienti di vita.

Salute: Con riferimento alla medicina personalizzata, predittiva e rigenerativa e allo sviluppo di nuovi farmaci e/o nuovi approcci terapeutici per il trattamento e la gestione di malattie  croniche, malattie oncologiche ad elevato medical need, malattie rare. Sono escluse dalle spese ammissibili i terreni e gli immobili.

Tipo di contributo: contributo a fondo perduto, concesso in regime di aiuti compatibili ai sensi del Reg. UE 651/2014, con una intensità, in funzione della tipologia di spese ammissibili, del 40% per le grandi imprese, del 50% per le medie imprese, e del 50-60% per le piccole imprese. Lo stanziamento complessivo per i due bandi è di 11 milioni di euro.

Scadenza per la presentazione delle domande:

  • Bando area domotica: la domanda di partecipazione potrà essere presentata a partire dal 15 marzo 2019 fino al 19 aprile
  • Bando area salute: la domanda di partecipazione potrà essere presentata a partire dal 28 febbraio 2019 al 30 aprile