CIRCOLARE DI STUDIO N. 39 DEL 26 LUGLIO 2019

Credito di imposta per la partecipazione a fiere internazionali; Nuova sabatini: semplificato l’iter per la richiesta del contributo; Ecobonus auto e moto; Contributi per l’apertura e l’ampliamento di esercizi commerciali in piccoli comuni; Novita’ per bonus energia, rischio sismico e sismabonus nel decreto crescita; Ritorno in italia del capitale umano spostato all’estero per studio o lavoro (“rientro dei cervelli”)

CREDITO DI IMPOSTA PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI

Il Decreto Crescita, con l’intento di migliorare il livello e la qualità di internazionalizzazione delle PMI italiane, ha previsto la concessione alle imprese, per il periodo d’imposta in corso al 1º maggio 2019, di un credito d’imposta pari al 30% delle spese sostenute per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali di settore (che si svolgono anche in Italia), fino ad un massimo di 60.000 euro. La dotazione stanziata per questa misura è pari a 5 milioni di euro per l’annualità 2020.

Beneficiari: PMI esistenti alla data del 1º gennaio 2019

Tipologia di interventi: spese per l’affitto e l’allestimento degli spazi espositivi e spese per attività pubblicitarie, di promozione, e di comunicazione connesse alla partecipazione all’evento. Maggiori dettagli saranno disponibili in un decreto di prossima emanazione.

Tipo di contributo: il credito d’imposta viene concesso in regime de minimis. Potrà essere suddiviso in tre quote annuali, e sarà utilizzabile esclusivamente in compensazione.

Procedura per la presentazione delle domande: la procedura per l’ammissione al beneficio sarà disciplinata da un Decreto del MISE che specificherà anche le tipologie di spese ammesse, l’elenco delle manifestazioni fieristiche internazionali di settore per cui e` ammesso il credito di imposta, e le procedure di recupero nei casi di utilizzo illegittimo dei crediti.

 

NUOVE MODALITA’ OPERATIVE PER LA RICHIESTA DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO NELL’AMBITO DELLA NUOVA SABATINI

 

Con la circolare direttoriale n. 296976 del 22 luglio 2019 sono state introdotte nuove modalità operative per la richiesta di erogazione del contributo. Sebbene la trasmissione della documentazione dovrà essere effettuata secondo il piano temporale già in vigore, il nuovo iter di richiesta di erogazione consente alle PMI beneficiarie, la compilazione guidata della:

Dichiarazione di ultimazione dell’investimento (modulo DUI) ;

Richiesta Unica di erogazione (modulo RU); Richiesta di Pagamento (modulo RP) .

Le PMI che abbiano già richiesto una o più quote del contributo sulla base delle modalità operative previgenti alla data del 22 luglio 2019 devono compilare e trasmettere al Ministero, la Richiesta di erogazione delle Quote di contributo Rimanenti (RQR).

Tra le novità introdotte con il Decreto Crescita, la possibilità, per le domande di agevolazione che presentano un finanziamento deliberato di importo non superiore a 100 mila euro, presentate dalle imprese alle banche e agli intermediari finanziari a decorrere dal 1° maggio 2019, di erogare il contributo in un’unica soluzione, con le modalità e nei termini previsti dalla vigente disciplina della misura agevolativa per l’erogazione della prima quota.

Ulteriore novità è l’innalzamento da 2 a 4 milioni di euro dell’importo dei finanziamenti concedibili a ciascuna impresa agevolabili. Le domande di agevolazione presentate dalle imprese alle banche e agli intermediari finanziari a decorrere dal 1° maggio 2019 (entrata in vigore del DL n. 34/2019), qualora comportino, in via cumulata, il superamento del precedente limite di finanziamento di 2 milioni di euro, saranno comunque accettate dal Ministero dello sviluppo economico, anche se presentate utilizzando il precedente modulo di domanda.

 

ECOBONUS AUTO E MOTO

 

Da lunedì 8 luglio disponibili 39.870.000 euro.

Questa misura offre contributi per l’acquisto di veicoli a ridotte emissioni, così come previsto dalla Legge di Bilancio 2019.

Beneficiari: chi acquista, anche in locazione finanziaria e immatricola in Italia i veicoli descritti sotto

Veicoli agevolabili: Veicoli di categoria M1: destinati al trasporto di persone, con almeno 4 ruote e al massimo otto posti a sedere (oltre al sedile del conducente), con i

Continuando, accetti le Norme sulla privacy e le Norme sull'utilizzo dei cookie di Korus Partners.

Sei gia iscritto a Korus Partners? Accedi

Existing Users Log In
   
New User Registration
*Campo obbligatorio