CIRCOLARE DI STUDIO N. 54 DEL 17 DICEMBRE 2019

CONTRASTO DELLE INDEBITE COMPENSAZIONI DI CREDITI EFFETTUATE TRAMITE MODELLO F24

in data 26 ottobre 2019 è stato pubblicato il D.L. n. 124/2019 recante “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili”. Di particolare interesse per i contribuenti risultano le seguenti disposizioni.

Si tratta dello stato attuale della norma, come ad oggi emendata, che potrebbe tuttavia subire ulteriori modifiche in fase di conversione in legge il cui termine scade il 27 dicembre 2019.

ACCOLLO DEI DEBITI TRIBUTARI ALTRUI E DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI D’IMPOSTA – ART. 1

Chiunque si accolli il debito d’imposta altrui, procede al relativo pagamento secondo le modalità previste dalle diverse disposizioni normative vigenti (art. 8, comma 2, Legge 27 luglio 2000, n. 212).

Per il pagamento, in ogni caso, è escluso l’utilizzo in compensazione di crediti dell’accollante.

I versamenti in violazione delle nuove norme si considerano come non avvenuti a tutti gli effetti di legge. In tale eventualità si applicano le sanzioni previste per gli omessi/ritardati versamenti.

Le sanzioni sono erogate con atti di recupero da notificare, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre dell’ottavo anno successivo a quello in cui è stata presentata la delega di pagamento.

L’accollante risponde della sanzione per utilizzo di un’eccedenza o di un credito d’imposta esistenti in misura superiore a quella spettante o in violazione delle modalità di utilizzo previste dalle leggi vigenti (sanzione del 30% del credito utilizzato) e di quella per utilizzo in compensazione di crediti inesistenti per il pagamento

Continuando, accetti le Norme sulla privacy e le Norme sull'utilizzo dei cookie di Korus Partners.

Sei gia iscritto a Korus Partners? Accedi

Existing Users Log In
   
New User Registration
*Campo obbligatorio