Agevolazioni per le imprese

  • Le principali novità contenute nella Legge di Bilancio (crediti d’imposta, misure strutturali, contributi….)
  • Bandi per l’erogazione di contributi a fondo perduto

Ricerca & Sviluppo

Viene mantenuta dalla Legge di Bilancio l’agevolazione che riconosce un credito d’imposta sulle spese incrementali in Ricerca e Sviluppo, computate su una base fissa data dalla media delle spese in Ricerca e Sviluppo negli anni 2012-2014.

Agevolabili tutte le spese relative a ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale (costi per personale qualificato e tecnico, contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, start up e PMI innovative, quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, competenze tecniche e privative industriali), sostenute nel periodo 2017-2020.

Beneficiari: Tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa (imprese, enti non commerciali, consorzi e reti d’impresa), indipendentemente dalla natura giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.

Principali novità adottate con la legge di Bilancio 2019

  • rimodulazione delle intensità del beneficio → re-introdotta la doppia aliquota 25% e 50%
  • differenziazione nell’ambito delle spese di personale
  • La ricerca commissionata viene distinta in funzione del fornitore
  • inclusione tra le spese agevolabili dei costi sostenuti per l’acquisto di materiali, <!–more–>forniture ecc. direttamente impiegati nelle attività di ricerca e sviluppo
  • riduzione da 20 a 10 milioni di euro dell’ammontare massimo del beneficio attribuibile in ciascun periodo d’imposta
  • riscritte, con effetto già dal periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2018, le disposizioni relative agli adempimenti documentali per usufruire del credito

A partire dal 2019, il credito di imposta si applica nella misura del 50% sulla parte dell’eccedenza di spese in ricerca e sviluppo rispetto alla media del triennio 2012-2014, proporzionalmente riferibile alle spese per il personale titolare di un rapporto di lavoro subordinato direttamente impiegato in tali attività di ricerca, e per i contratti stipulati con Università, enti e organismi di ricerca nonché con start-up e PMI innovative indipendenti, rispetto alle spese ammissibili complessivamente sostenute nello stesso periodo d’imposta agevolabile;

per la parte residua, si applica l’aliquota del 25%.

Effettua il download per consultare l’intero documento

Continuando, accetti le Norme sulla privacy e le Norme sull'utilizzo dei cookie di Korus Partners.

Sei gia iscritto a Korus Partners? Accedi

Existing Users Log In
   
New User Registration
*Campo obbligatorio